Where professionality and tecnology meet!

   

A molti sarà capitato di inviare una e-mail ad un amico, ad un conoscente o ad un collega, allegando un file (foto, video, presentazione ecc.. ecc..) e di ricevere la notifica di errore di inviao a causa delle dimensioni troppo grandi dell'allegato. Molti provider infatti, limitano le dimensioni dei file in allegato (Tiscali, Libero, Alice e Virgilio sono alcuni).

Come soluzione esiste il "Cloud Storage", se ne parla ormai da tempo, sono servizi dedicati alla conservazione online di file. Esistono veri e propri fornitori di questi servizi, sia gratuiti che a pagamento, alcuni si dedicano solo ed esclusivamente a questo, altri invece offrono anche più servizi. Giusto per citarne qualcuno a titolo di esempio, Google con il servizio "Drive" e Microsoft con il servizio "One Drive". Su entrambi si ha a disposizione uno spazio disco dedicato all'archiviazione dei file (in linea di massima si parla di 10/15GB di spazio gratuito) estendibile a pagamento. Questi due servizi, offrono anche la possibilità di editare online (quindi senza che sul pc o smartphone sia installato il software necessario), documenti di testo, fogli di calcolo, presentazioni. Ed ancora, offrono la possibilità di condividere uno o più file con chi vogliamo. Basta infatti selezionare il file, scegliere l'opzione di condivisione e verrà creato automaticamente un link specifico (cioè un indirizzo diretto al file scelto) che si potrà inviare ad una o più persone che avranno accesso solo ed esclusivamente a quel file. L'invio può anche avvenire tramite posta elettronica.

Oltre a questi due fornitori di servizi, ne esistono anche altri. Il più popolare è di sicuro Dropbox. A differenza di Google e di Microsoft, Dropbox ha uno spazio molto contenuto, 2GB, estendibili a pagamento, ma si presta molto bene alla condivisione dei file con lo stesso sitema già descritto. Tutti i servizi di Cloud Storage sono pienamente compatibili con i sistemi operativi Android e IOS.

Come tutti i servizi online però, necessitano di una registrazione, e quindi dell'inserimento di dati, e-mail e password per essere gestiti (tramite pc o tramite app per il mobile).

Se il nostro scopo è quello di inviare file di grandi dimensioni senza perdita di tempo, possiamo usare un'altro servizio online che conserva i file solo per un tempo limitato. Il servizio citato si chiama "Wetransfer".

 

Vediamone velocemente il funzionamento:

appena arrivati sul sito di Wetransfer (a volte ci viene proposto anche il servizio plus che è a pagamento e che toglie alcuni limiti della versione free), accettiamo i termini di servizio e andiamo avanti.

Sul lato sinistro dello schermo troveremo un piccolo box di colore chiaro.

  1. 1) Clicchiamo su aggiungi file e cerchiamo sul nostro computer il file da inviare (max 2GB).

  2. 2) Successivamente ti verrà chiesto di inserire l'indirizzo e-mail del destinatario (puoi inserire fino a 20 indirizzi diversi).

  3. 3) Inserisci il tuo indirizzo e-mail (serve al destinatario per capire chi gli manda il file);

  4. 4) puoi aggiungere un eventuale messaggio di testo;

  5. 5) clicca su trasferisci.

Wetransfer si occuperà di mantenere il file sul proprio server per una settimana a prescindere se il destinatario lo ha scaricato.

In alternativa, è anche possibile saltare i punti dal 2 al 5 e cliccare su "<" (punto 6 della foto) in questo modo verrà generato un link (indirizzo diretto al file) che si potrà condividere o inviare ad altri tramite messaggeria istantanea (skype, messenger vari, whatsapp ecc..) o incollare il link in una mail.

Anche per Wetransfer è disponibile una app per Android e IOS.

   
© Michele Porfido

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni